Conto Termico - Una Grande Opportunità

Grazie alle Il conto termico (DM del 28 dicembre 2012) dà avvio all’incentivazione di interventi di piccole dimensioni per l’incremento dell’efficienza energetica e per la produzione di energia termica da fonti rinnovabili.

Il Gestore dei Servizi Energetici – GSE S.p.A. è il soggetto responsabile dell’attuazione e della gestione del meccanismo, inclusa l’erogazione degli incentivi ai soggetti beneficiari che possono essere sia pubblici che privati.

Il Gestore dei Gli interventi incentivati includono l’installazione di collettori solari, la sostituzione di impianti di riscaldamento esistenti con impianti a più alta efficienza (pompe di calore, caldaie, stufe e camini a biomassa), la coibentazione degli edifici (solo per la Pubblica Amministrazione).

L’incentivo dipende dal tipo di intervento richiesto e la sua durata varia da 2 a 5 anni.

Alcuni esempi:


Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con pompa di calore elettrica: COP 4 , Potenza 5kWt

Incentivo: 454 Euro in 2 anni


Installazione di collettori solari termici: superficie 4 mq

Incentivo: 1.360 Euro in 2 anni


Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale o di riscaldamento delle serre e dei fabbricati rurali con caldaia a biomassa: Potenza 30kWt.

Incentivo: 2.970  Euro in 2 anni


Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale o di riscaldamento delle serre e dei fabbricati rurali con termocamino e stufa a pellets: Potenza 12kWt.

Incentivo: 879 Euro in 2 anni


Sostituzione di scaldacqua elettrico 200 litri con scaldacqua a pompa di calore.

Incentivo: 40% spesa sostenuta con il limite di 700 Euro


Gli incentivi sono stati calcolati per installazioni in zona climatica C. Il contributo varia al variare delle caratteristiche dell’impianto e della zona climatica.